Da articolo a documento PDF con XSane

Informatica

Recentemente ho dovuto fare una scansione di un documento con più pagine da inviare per posta elettronica. Forse avrò scoperto l'acqua calda, ma vi voglio raccontare comunque come XSane ci permette di fare la scansione di più pagine e poi di metterle insieme in un file PDF che possiamo spedire via e-mail, conservare sul disco o stampare. Il bello è che si può fare tutto senza ricorrere alla riga di comando. :-)

Vedremo inoltre qualche trucco per modificare i file prima di andare a creare il documento PDF definitivo.

Chiaramente, tutto questo lavorando con Mandriva Linux (ma qualsiasi altra distribuzione va bene lo stesso).

Per questo esempio uso XSane, Gimp, qualche comando standard Unix, e ovviamente il mio scanner, la stampante multifunzione HP Photosmart C3180, perfettamente supportata tramite il driver HPLIP.

XSane all'avvio: XSane all'avvio.XSane all'avvio: La finestra principale, l'istogramma e l'anteprima.

Cominciamo!

Accendiamo il nostro scanner e avviamo XSane...

Forse conoscete già l'interfaccia di XSane: la finestra principale, per controllare il tipo di output e varie opzioni, dalla modalità (colore, grigi, bianco e nero), alla risoluzione, gamma, luminosità e contrasto, poi c'è la finestra dell'istogramma, per controllare i livelli di bianco, di nero e la gamma, e la finestra di anteprima. OK, non è un programma bellissimo esteticamente, ma è molto funzionale ed efficiente, per cui possiamo considerare questo un difetto secondario...

Sistemiamo la pagina sullo scanner seguendo i riferimenti segnati e facciamo una scansione di anteprima, cliccando su "Acquisisci anteprima". Se la pagina è in formato A4, dal menù inizialmente impostato su "Area intera" scegliamo "DIN A4 vert." e poi il penultimo tasto in alto a destra, "Seleziona l'area visibile". In questo modo selezioniamo tutta la pagina A4 per la scansione.

Ora impostiamo i parametri della scansione. Scegliamo la modalità, a colori, in scale di grigi o in bianco e nero (se abbiamo solo testo, "Grigio" andrà bene e ci darà un file più piccolo) e la risoluzione, che per un documento da trasmettere via e-mail e visualizzare a video dovrebbe essere tra i 150 e i 200 dpi. Usando i contagocce in alto, nella finestra di anteprima, impostiamo il punto di bianco e il punto del nero cliccando rispettivamente in un'area bianca e in un'area nera dell'anteprima (alternativamente, possiamo servirci dell'istogramma). Regoliamo la gamma come preferiamo.

Impostazioni: Impostiamo i parametri per la scansione.Impostazioni: Impostiamo i parametri per la scansione.

Assicurandoci che l'obiettivo sia impostato su "Visualizzatore" (guarda il menù in alto a destra nella finestra principale), facciamo una scansione reale per assicurarci che il testo sia leggibile, ed eventualmente correggiamo i parametri. In questa fase non ci interessa salvare nulla.

Il progetto multipagina

Adesso scegliamo come obiettivo "Multipagina": si aprirà la finestra "Progetto multipagina". Inseriamo il nome del documento finale, nel nostro esempio "articolo", e clicchiamo "crea progetto". D'ora in poi, tutte le scansioni che faremo saranno aggiunte al nostro documento. Per far questo, XSane crea nella nostra home una directory temporanea, dove andranno le scansioni che andranno a costituire il documento.
Assicuriamoci che "Tipo di documento" sia impostato su PDF, e clicchiamo "Scansiona". XSane farà la scansione, e aggiungerà una pagina al nostro progetto. Nella directory temporanea comparirà un nuovo file, chiamato appunto "image-001.pnm".

La finestra progetto multipagina: l'elenco delle pagine scansionate.La finestra progetto multipagina: l'elenco delle pagine scansionate.

Continuiamo la scansione del documento inserendo la seconda pagina, esattamente al posto della prima, e digitando di nuovo "Scansiona", e così via con le pagine successive.
Usando i tasti sotto l'elenco delle pagine possiamo vedere le immagini scansionate, eventualmente eliminarne alcune, e cambiare l'ordine.
Quando abbiamo finito, clicchiamo su "Salva file multipagina" per creare il file PDF, che si chiamerà come il progetto, "articolo.pdf" nel nostro esempio. Quando abbiamo finito, scegliamo infine "Elimina progetto".

Ora il documento PDF è pronto: possiamo visualizzarlo con Xpdf, Kpdf, Evince o Adobe Reader, archiviarlo o inviarlo per posta elettronica. Attenzione che, a seconda dalla quantità di grafica contenuta nelle pagine, potremmo trovarci con un file parecchio grande: con scansioni a colori ogni pagina potrebbe "pesare" da circa 300 KB ad oltre 3 MB, a seconda della complessità della grafica.
Se il file è troppo grande, potremmo considerare la possibilità di ridurre la risoluzione o di lavorare in scale di grigi.

Qualche variazione

Quanto fatto finora è ottimo se vogliamo una copia esatta del documento iniziale, ma a volte potremmo voler modificare in qualche modo le immagini scansionate, magari per coprire parte di una pagina, o aggiungere qualche annotazione.

Lavoriamo in Gimp: Una semplice modifica fatta in Gimp a una immagine da una scansione. Lavoriamo in Gimp: Una semplice modifica fatta in Gimp a una immagine da una scansione.

Fare modifiche non è difficile: basta andare nella directory temporanea del progetto e aprire con Gimp il file pnm corrispondente. Possiamo aggiungere testo, o elaborare l'immagine come vogliamo, ma assolutamente non dobbiamo cambiare la modalità colore.
Appena finito, salviamo l'immagine elaborata scegliendo "Salva con nome", assegnando all'immagine l'estensione ppm se l'originale era a colori, pgm se l'originale era in scale di grigi, o pbm se l'originale era in bianco e nero. È importante non cancellare l'originale!

Ora ci vuole un po' di magia della shell: per comporre il documento XSane aggiunge delle informazioni ad ogni immagine che crea, salvandole nell'area commento dell'immagine. Perché la creazione del documento multipagina vada a buon fine queste informazioni sono fondamentali, ma quando elaboriamo il file con Gimp esse vengono perse. Noi recuperemo queste informazioni e le inseriremo nella nuova immagine, creata da Gimp.

Per far questo, immaginiamo che il file originale sia image-001.pnm e quello da noi modifichiamo sia image-001.ppm, apriamo un terminale e portiamoci nella directory temporanea:

$ cd ~/articolo

Rinominiamo il file originale:

$ mv image-001.pnm image-001.pnm.bk

Estraiamo l'intestazione del file originale e mandiamola al nuovo file che vogliamo creare:

$ head image-001.pnm.bk > image-001.pnm

Infine estraiamo i dati dal file che abbiamo modificato con Gimp e aggiungiamoli al file definitivo:

$ tail +5 image-001.ppm >> image-001.pnm

Per ogni immagine modificata con Gimp dovremo ripetere queste operazioni, dunque potrebbe essere comodo automatizzare la cosa con un semplice script della shell.

A questo punto possiamo tornare alla finestra del Progetto multipagina di XSane e creare il documento finale cliccando su "Salva file multipagina". Quando avremo finito e elimineremo il progetto, dovremo ricordare di rimuovere manualmente i file creati con questa procedura.

Come abbiamo visto, XSane ci permette molto facilmente, in un modo potente e "a prova di stupido" di creare documenti PDF a partire dalle nostre scansioni. Combinando le sue funzioni con Gimp e un po' di comandi standard possiamo ottenere, senza troppe difficoltà, risultati difficilmente ottenibili con i programmi per Windows forniti a corredo della gran parte degli scanner.

Per approfondire, consulta le pagine man di head, tail e queste pagine:

Trackback URL for this post:

http://gerlos.altervista.org/trackback/210

commenti

ritratto di Anonimo

bravo ma non bastava

bravo ma non bastava installare imagemagick e poi dgt convert *.jpeg allinone.pdf

ritratto di gerlos

Re: bravo ma non bastava

Grazie, non ci avevo proprio pensato ad usare imagemagick!

Effettivamente, mi ero concentrato per lo più ad inserire le mie personalizzazioni all'interno della procedura guidata di XSane.

Alla prima occasione provo il comando che suggerisci

ritratto di GbMax78

A volte vanno bene anche i click ! :)

Ciao,

come da oggetto spesso determinate applicazioni e soluzioni si rivolgono anche a chi non ha troppa dimestichezza con il terminale quindi ben venga qualche procedura "grafica" ! :)

Personalmente dovrei provare il tutto con Lenny+KDE ed in un futuro prossimo con Squeeze+KDE !

Saluti.
GbMax78

ritratto di gianpv

Grande! Ero disperato dopo

Grande! Ero disperato dopo aver installato un orrido file .run di hplip dal sito HP per Linux su Ubuntu.
Il mio recente acquisto, una all in one HP 1050 Deskjet non poteva essere controllata con la comoda utility hplip toolbox perché non c'è ancora la versione giusta per l'apparecchio e mi devo arrangiare con Xsane.
Grazie alla tua utilissima guida ora mi é più digeribile il programma, é molto completo ma come per Gimp le troppe funzioni dell'interfaccia disorientano e non poco un utente medio abituato a utilizzare interfacce user-friendly :-)

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <del> <cite> <code> <img> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <pre>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Insert Flickr images: [flickr-photo:id=230452326,size=s] or [flickr-photoset:id=72157594262419167,size=m].
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

CAPTCHA
Per provare che sei un visitatore umano, rispondi a questa domanda. È per evitare l'inserimento di messaggi spam.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image without spaces, also respect upper and lower case.