I tramonti e la matematica

Fisica

Oggi andavo girovagando per siti web di fisica, e leggevo alcune recensioni di libri.

Tra queste, mi ha impressionato questa frase di un lettore che concludeva il suo commento a un libro di meccanica quantistica così:

For those of you who disdain mathematics there are a number of quantum mechanics books " for the masses" you can read but none will give a grasp of the topic. You must overcome your fear and learn the basic ideas of mathematics.
The difference is between seeing the sunset and having one described to you.

"Certo, per la gente che disprezza la matematica ci sono libri di maccanica quantistica divulgativi, ma non ce n'è nessuno che ne dia un'idea chiara. Uno deve superare la paura e imparare le basi di matematica (e qualche volta qualche cosa di più...).
La differenza è tra vedere un tramonto, e farselo descrivere da qualcuno"

La sottoscrivo in pieno... più in generale, credo che non si capisce davvero la fisica e non ci si diverte (o almeno, ci si diverte molto meno) con la fisica se non si conosce la matematica, e il piacere che si gusta a risolvere un problema o a "trovare" una legge è proprio come i tramonti: un'emozione che non si può raccontare...

Trackback URL for this post:

http://gerlos.altervista.org/trackback/173

commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <del> <cite> <code> <img> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <pre>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Insert Flickr images: [flickr-photo:id=230452326,size=s] or [flickr-photoset:id=72157594262419167,size=m].
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

CAPTCHA
Per provare che sei un visitatore umano, rispondi a questa domanda. È per evitare l'inserimento di messaggi spam.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image without spaces, also respect upper and lower case.