Guida introduttiva a Celestia

Astronomia

Una simulazione 3D dello Spazio


Many of us have looked up at the stars on a dark night and wondered
what it would be like to launch ourselves into space and soar among the stars.
Frank Gregorio, "Celestia User's guide"

Sommario

Se preferisci una lettura più... cartacea, ho preparato una splendida versione di questa guida in formato PDF. Scaricala qui [329 KB]. Una volta stampata è decisamente più piacevole da leggere di una pagina web!
Per informazioni sulla licenza e per i sorgenti, vai alla pagina iniziale.



Introduzione

Lo splash Screen di CelestiaLo splash screen di Celestia

Ideato nel 2001 da un appassionato, Chris Laurel, Celestia è stato sviluppato secondo il modello del software libero da una attiva comunità di volontari, che conta migliaia di appassionati e collaboratori in tutto il mondo. Con Celestia puoi fare esperienza dell'Universo in tre dimensioni: diversamente dalla maggior parte dei programmi di planetario, non sei confinato sulla superficie della Terra, nè sulla superficie di nessun altro pianeta. Puoi viaggiare liberamente attraverso il Sistema Solare, o verso una qualsiasi tra 100000 stelle, o addirittura al di là della Galassia.

Ogni spostamento in Celestia è continuo, e una funzione di spostamento esponenziale ti consente di esplorare rapidamente lo spazio dalle galassie, grandi centinaia di migliaia di anni-luce e lontane milioni di anni luce, fino alle sonde spaziali, grandi alcuni metri (pochi nanosecondi-luce), passando per i pianeti, posti a pochi minuti-luce dalla Terra.

In Celestia distanze, dimensioni e colori sono resi quanto più realisticamente possibile; i modelli dei pianeti, satelliti, asteroidi e sonde spaziali sono spesso basati sulle informazioni reali fornite dalle agenzie spaziali, ma questo non impedisce di personalizzare il programma e creare un intero universo di fantasia, ispirato a Star Trek o a Guerre Stellari, per esempio.

Una semplice e pulita interfaccia "punta e vai" rende facile navigare attraverso l'Universo, fino all'oggetto che vuoi visitare. Niente bottoni e toolbar ingombranti: il monitor è l'oblò della tua nave spaziale, il mouse e la tastiera sono la plancia di comando. Per il resto, ci sei solo tu e lo Spazio!

Questa semplice guida non descrive nei dettagli il funzionamento di Celestia, per questo esiste già una ottima guida, scritta da Frank Gregorio, ma si limita a descrivere i comandi principali per cominciare ad esplorare il programma. Per comodità ho preparato un prontuario dei comandi di Celestia, consultabile in una pagina separata. Non spiegherò neanche come risolvere possibili problemi nell'eseguire Celestia, argomento trattato nelle FAQ (domande frequenti) sul sito del progetto, nella documentazione testuale allegata al programma e sul forum all'indirizzo http://shatters.net/forum.

Scrivendo questa guida ho fatto riferimento alle versioni di Celestia per GNU/Linux e MS Windows, il cui funzionamento è molto simile. La versione per Mac OsX, al contrario, funziona in modo lievemente diverso perchè i computer Apple sono forniti di solito con un mouse a singolo tasto. Descrivo queste differenze nella sezione del prontuario riguardo all'uso del mouse in Mac OsX.

Scrivendo questo documento avrò fatto alcuni errori, e ci saranno forse delle parti ambigue o imprecise. Se vuoi segnalarmi correzioni, aggiunte, esprimere le tue opinioni e i tuoi commenti, puoi scrivermi usando il modulo di contatto in questa pagina.

Procurarsi e installare Celestia

Celestia funziona su qualsiasi computer: dal pc Windows, a gnu/linux, passando per il Mac.

Celestia può girare su quasi ogni computer: è disponibile per MS Windows, Unix (e in particolare GNU/Linux), e Mac OsX. Non richiede hardware dell'ultima generazione, normalmente girerà bene su qualsiasi computer acquistato negli ultimi 4-5 anni, con 128 MB di RAM. L'unico requisito richiesto è una scheda video dotata di accelerazione 3D.

Possiamo scaricare liberamente Celestia dal sito web del progetto:
http://www.shatters.net/celestia
Il pacchetto base da scaricare per installare l'ultima versione del programma (nel febbraio 2006 è stata rilasciata la versione 1.4.1, le nuove release avvengono ogni 5-6 mesi circa, ma visto che ormai è diventato un programma maturo e stabile, è previsto che in futuro ci sarà un tempo maggiore tra una release e la successiva) è di circa 12-17 MB (dipende dal sistema operativo). Il programma è rilasciato sotto licenza GNU GPL, che ti consente di copiarlo, modificarlo e ridistribuirlo liberamente, e per questo si presta ottimamente alla divulgazione nelle scuole, o alla semplice condivisione con gli amici.

La procedura di installazione dipende dal nostro sistema operativo, ed è descritta nella pagina del download del sito. Ricordo che per installare Celestia su un sistema multi-utente bisogna disporre dei privilegi dell'amministratore di sistema.
In breve:

  • MS Windows: fai doppio click sull'icona del pacchetto scaricato e segui le istruzioni a video.
  • Mac OsX: scarica il file immagine dmg, montalo con un doppio click e copia la cartella "Celestia" sul tuo disco locale dove ritieni opportuno, ricordando di leggere le istruzioni nei file README allegati.
  • GNU/Linux: quasi di certo la tua distribuzione fornisce già dei pacchetti precompilati che puoi installare usando i metodi usuali. Se no, o se vuoi installare una versione più recente, scarica il pacchetto autopackage per installare Celestia indipendentemente dalla tua distribuzione.
    Trovi maggiori informazioni su autopackage all'indirizzo:
    http://www.autopackage.org
  • Tutti gli altri unix e chi vuole compilare dai sorgenti: scarica il pacchetto sorgente cliccando sul collegamento Source Code, o dalla pagina di sourceforge, de-comprimi il pacchetto e segui le istruzioni nel file INSTALL.

In un secondo momento, se vorremo, potremo modificare il programma a nostro piacimento, o installare le aggiunte (add-on) che desideriamo, come modelli di sonde spaziali, mappe di pianeti ad alta risoluzione, buchi neri, galassie, altre stelle...

Trovi una grande raccolta di add-on sul sito:
http://www.celestiamotherlode.net
Di solito, nella pagina web relativa all'add-on o nei pacchetti che scarichiamo c'è un file di testo che spiega come installarla. In ogni caso, la comunità che ruota attorno a Celestia è molto disponibile a rispondere alle domande che puoi voler porre. Per questo e per ogni discussione su Celestia c'è un forum all'indirizzo:
http://www.shatters.net/forum
dove si può discutere (in inglese) ogni aspetto del programma, di argomenti più generali di astronomia e fisica, o partecipare allo sviluppo.

L'interfaccia

Celestia ha un'interfaccia essenziale: ci sei solo tu e lo Spazio.

Ok, hai scaricato Celestia, lo hai installato seguendo le istruzioni per il tuo sistema, e ora?

Lancia il programma dal menù di avvio o facendo doppio click sull'icona di Celestia o digitando celestia in un terminale: Celestia si avvia in una finestra (usa i menù per metterlo a schermo intero) e se tutto è OK, vedrai il nostro pianeta Terra che si staglia su uno sfondo pieno di stelle, in una schermata simile a quella in questa pagina (dipende dall'ora corrente) che contiene delle utili informazioni:

Prima schermata di CelestiaPrima schermata di Celestia
  • In alto a sinistra vedrai diverse informazioni relative all'oggetto selezionato correntemente (la distanza è quella tra il punto di osservazione e l'oggetto, NON quella tra la Terra e l'oggetto). Se al momento non è stato selezionato alcun oggetto, non comparirà alcun testo in questa zona dello schermo.
  • In alto a destra vedrai l'ora della simulazione. Inizialmente è l'orario corrente, espresso in ora locale (CET, Central Europe Time se usi l'ora italiana) o tempo universale (UTC) a seconda delle impostazioni del programma. La seconda riga ti informa dello scorrimento del tempo nella simulazione: può essere in tempo reale (Real Time), più veloce o più lento del tempo reale, al contrario, o interrotto (Paused o Time Stopped).
  • In basso a destra è mostrata l'azione corrente (nell'esempio, "Follow Earth" segui la Terra) e il campo visivo corrente (FOV, Field Of View) espresso in gradi (°), minuti (') e secondi (") d'arco. Celestia adatta il campo visivo alle dimensioni dello schermo e della finestra, ma puoi modificare manualmente il campo visivo corrente.
  • In basso a sinistra, infine, è mostrata la velocità corrente.

Puoi regolare la quantità di informazioni mostrate a video premendo ripetutamente il tasto V (Verboso).

Navigazione nello Spazio

La navigazione tra le stelle avviene usando in combinazione mouse e tastiera.

Puoi orbitare attorno alla Terra e osservarne la superficie cliccando il pulsante destro e trascinando il mouse.
Anche cliccare il pulsante sinistro e trascinare è utile per cambiare l'orientamento, ma la camera ruota attorno al proprio centro, piuttosto che attorno all'oggetto che stai seguendo.

Prova adesso a ruotare la rotella del mouse: la Terra si avvicinerà o si allontanerà a seconda del verso di rotazione. Grazie al sistema di movimento esponenziale, in questo modo potrai allontanarti o avvicinarti rapidamente a qualsiasi oggetto di tua scelta. Se non hai un mouse con la rotella, puoi ottenere lo stesso risultato premendo il tasto CTRL, cliccando il pulsante sinistro e spostando avanti o indietro il mouse, oppure usando i tasti HOME e END da soli.

Adesso a clicca con il pulsante sinistro su una delle tante stelle visibili: le informazioni sulla stella sostituiranno quelle sulla Terra, e facendo doppio click sulla stella, o premendo C (Centra) la porterai al centro del campo visivo.

OK, tutto è pronto, allaccia la cintura, premi G (Go to) e preparati a visitare una stella!
In pochi secondi Celestia ti porterà in prossimità della stella che hai scelto. Adesso puoi orbitare attorno alla stella, avvicinarti o allontanarti o cambiare direzione di vista proprio come hai fatto prima con la Terra, usando il mouse o la tastiera.
Premendo ripetutamente G ti avvicini ulteriormente all'oggetto che hai selezionato.

Puoi continuare a esplorare la Galassia, saltando rapidamente di stella in stella in questo modo, ma se volessi tornare a "casa", nel nostro Sistema Solare? Niente di più facile: premi H (Home) e Celestia selezionerà il Sole (viene visualizzato il nome scientifico, Sol). Ti basterà poi premere G per tornare in prossimità della nostra amata Stella.

Cliccando con il pulsante destro sul Sole, ti comparirà un menù contestuale, dal quale potrai selezionare uno qualsiasi dei pianeti e degli altri oggetti che ruotano attorno al Sole. Scelto un oggetto, premi G per andare proprio lì e visitare quel mondo lontano. Nota che ogni oggetto in Celestia ha un menù contestuale dal quale puoi scegliere una serie di opzioni, o eventuali satelliti o pianeti.

Saturno visto in CelestiaSaturno visto in Celestia

Un esempio? Proviamo a visitare il Sistema di Saturno: dal menù contestuale del Sole scegli Orbiting bodies >> Planets >> Saturn e poi premi G. In pochi secondi vedrai avvicinarsi il Signore degli Anelli in tutto il suo splendore. Prova a cliccare di nuovo con il pulsante destro su Saturno, e vedrai che nel menù contestuale comparirà un sotto-menù con la lista dei satelliti del pianeta.

Possiamo anche provare a visitare un sistema planetario extra-solare, come per esempio il famoso sistema di 51 Pegasi, uno dei primi scoperti. Per fare questo dobbiamo prima imparare a selezionare gli oggetti chiamandoli per nome, scorciatoia utilissima per muoverci rapidamente nello Spazio di Celestia.

Per selezionare un oggetto in base al suo nome premi INVIO. Comparirà una riga nella quale digitare il nome della nostra destinazione: proviamo a digitare 51 peg (stiamo usando le abbreviazioni standard per i nomi delle costellazioni). Osserva che mentre digitiamo il nome, Celestia cerca tutti i nomi che corrispondono alle prime lettere digitate, e ci mostra dei suggerimenti. Possiamo selezionare uno di questi suggerimenti premendo il tasto TAB.
Quando avremo finito di digitare il nome, o avremo scelto un nome tra quelli suggeriti, premiamo di nuovo INVIO, e Celestia provvederà a selezionare la stella. Premendo G in pochi istanti saremo in prossimità di 51 Pegasi, e usando il menù contestuale della stella potremo selezionare e visitare il suo massiccio e vicino pianeta.

Vuoi visitare un altro sistema planetario extra-solare? Prova a premere INVIO e digitare ups and, per andare a vedere Upsilon Andromedae, un sistema che conta ben 3 pianeti di dimensione paragonabile a quella di Giove.
Allo stesso modo possiamo visitare le stelle chiamandole per nome, come Antares, Rigel o Sirius, oppure con la lettera greca seguita dalla sigla della costellazione, come per esempio Alpha Uma, Rho CrB, Mu Cep o Beta Ori, oppure usando il numero di catalogo HD o Hipparcos.

Quando siamo nel sistema del Sole, possiamo allo stesso modo selezionare i pianeti, satelliti o asteroidi, digitando ad esempio Jupiter, Earth, Venus, Ceres, Moon...

Ma non è finita: torniamo in prossimità del Sole, ci sono ancora delle sorprese (digita H e poi G).

La sagoma di Amalthea si staglia su GioveLa sagoma di Amalthea si staglia su Giove

Celestia contiene modelli dettagliati di tutti i pianeti del Sistema Solare, ma non solo: sono presenti modelli tridimensionali di molti asteroidi, come Kleopatra (prova INVIO Kleopatra INVIO), alcune comete (prova con Halley, ti dovrai allontanare parecchio e ruotare la vista, per vedere la coda, molto più grande del nucleo), e anche delle sonde spaziali, come l'imperdibile Stazione Spaziale Internazionale (prova ISS).

Per visitare rapidamente i pianeti del sistema solare puoi anche usare come scorciatoie i tasti da 1 a 9.

Quando sarai in prossimità della Terra, potrai osservare anche le luci notturne delle città sul lato in ombra del pianeta, e le variazioni di colore dell'atmosfera, che cambiano a seconda della posizione del Sole. Vedrai anche le nubi muoversi lentamente e maestosamente sopra i continenti.

Altri aspetti di Celestia

Queste sono le basi, ma Celestia non finisce certo qui: puoi anche viaggiare nel tempo, modificando l'ora della simulazione, o fare scorrere il tempo più rapidamente o più lentamente del tempo reale, evidenziando così i moti più lenti degli astri, o permettendoti di seguire ogni fase di una eclissi. Per questo vedi la sezione Tempo del prontuario.

Puoi anche chiedere a Celestia di mostrarti le orbite dei pianeti e dei satelliti, premendo O, in modo da poterne seguire il moto attorno al Sole, o di mostrarti i loro nomi, usando i tasti P (per i pianeti) e M (per le lune). Questi e altri comandi sono elencati nelle sezioni Etichette e Opzioni del prontuario: non esitare a provarli. Celestia è in grado di mostrarti, selettivamente, i nomi degli oggetti che desideri, come pianeti, lune, sonde spaziali...

Celestia è molto più di un planetario, ma puoi comunque usarlo anche come planetario: premendo B vedrai i nomi delle stelle, e con / verranno visualizzate le figure delle costellazioni, mentre premendo = vedrai i nomi delle costellazioni.

Finché navigherai nel Sistema Solare, le costellazioni continueranno ad avere l'aspetto abituale...ma come saranno lontano da casa? Attiva le figure delle costellazioni, prova a selezionare una stella distante, come Deneb, e ad andarci con G. Premi * per voltarti a guardare nella direzione dalla quale stai venendo e guarda le costellazioni: sono tutte deformate, e le linee puntano tutte grosso modo in direzione del Sole, dove si trovano le stelle più luminose che costituiscono molti dei vertici delle figure!

Un'ultima chicca: vuoi vedere la nostra Galassia da fuori? Premi INVIO, digita Milky Way, premi INVIO e poi G, allontanati un po' usando la rotellina o il tasto END, e orbita attorno al nostro "universo-isola"... Nostalgia di casa? Torna in prossimità del Sole con H e G!

Epilogo e link

Spero che questa guida possa averti incuriosito sulle tante possibilità di Celestia, e che ti divertirai a esplorare le sue numerose caratteristiche, tutte da scoprire (per esempio, la simulazione di eclissi, le traiettorie delle sonde spaziali, l'inseguimento dei corpi celesti, o le possibilità di scripting, o le nebulose, per non parlare delle tante le aggiunte disponibili!).
Puoi comunque cominciare provando i comandi elencati nel prontuario che segue, e visitando i siti citati qui di seguito.

http://shatters.net/celestia
Il sito web ufficiale di Celestia.
http://shatters.net/forum
Il forum di Celestia, dove discutere il programma, chiedere aiuto, nuove caratteristiche o partecipare allo sviluppo.
http://www.celestiamotherlode.net
La più grande raccolta di risorse su Celestia, dove trovi aggiunte, documentazione e programmi di utilità
http://www.lns.cornell.edu/~seb/celestia
La pagina su Celestia di Selden, uno dei più attivi membri della comunità di Celestia. Molto interessante soprattutto per conoscere meglio Celestia o usarlo in modo più scientifico.

Vorrei ringraziare infine, per il prezioso aiuto nella correzione di questo documento, nella redazione della versione originale in LATEX e per i suggerimenti che mi hanno dato, gli amici del PaLUG - grazie ragazzi!

Continua consultando il riferimento dei comandi di Celestia >>>

Oppure Scarica la versione stampabile della guida! [329 KB]

Trackback URL for this post:

http://gerlos.altervista.org/trackback/97

commenti

ritratto di claudio

navigazione con celestia

Buon giorno, il mio nome è Claudio P.
Per prima cosa i complimenti sono d'obbligo: bel lavoro davvero
Una cosa mi chiedevo: una navigazione nel sistema stellare del tipo che si adopera in "Google Earth" per quanto riguarda la terra, oppure come "Sardegna3D" scaricabile dal sito della regione Sardegna, esiste nel Vostro sistema di navigazione?
Navigare usando mouse e tastiera non è molto pratico, mi spiego: Se ci fosse una tool bar con i vari comandi ed opzioni sarebbe molto più pratico.
Ancora, manca una visuale completa del sistema solare almeno dei principali pianeti o stelle.
Per esmpio: per me che da buon profano sono alle prime armi, non riesco a racappezzarmi in che punto dell'universo mi trovo se sono a "visitare" Giove ... e non riesco a trovare la stella polare ...
Questo mio commento non è e non vuole essere una critica, per carità ... anzi rinnovo i miei complimenti per ciò che gratuitamente mettete a disposizioni di chi vuole avvicinarsi a tale materia
Un grazie, Claudio

ritratto di gerlos

navigazione con celestia

Grazie per i complimenti per la guida!
I complimenti su Celestia li girerò agli autori del programma (se vuoi parlare direttamente con loro vai sul forum http://shatters.net/forum ).

Se ho capito bene, vuoi sapere se Celestia dispone di un sistema di navigazione simile a quello di Google Earth: una toolbar dove cliccare per spostarsi o zoomare la vista e possibilmente un riquadro che mostri una visione d'insieme, giusto?

Effettivamente al momento gli sviluppatori stanno lavorando su una nuova interfaccia grafica per Celestia, che sia unica per tutti i sistemi operativi supportati (al momento ci sono 4 interfacce scritte ad hoc per MS Windows, Apple Mac Os X, GNU/Linux con KDE e GNU/Linux con Gnome), e probabilmente nelle prossime versioni ne vedremo delle belle.

Per ora, oltre ai comandi da tastiera, tutte le interfacce consentono di controllare dai menù e da alcune finestre di dialogo molte opzioni relative alla visualizzazione degli oggetti e alla gestione del tempo, ma poco o nulla che abbia a che fare con la navigazione. Il testo a schermo ti informa comnque dello scorrere del tempo, del campo visivo attuale e della tua distanza dall'oggetto scelto di volta in volta come riferimento.

Non credo comunque che queste funzioni verranno introdotte nell'interfaccia grafica, per diverse, valide ragioni.
Innanzitutto, perchè si vuole la schermata la più pulita possibile: per ragioni di semplicità e perchè molti lo usano per dimostrazioni didattiche, per cui menù e toolbar sarebbero un'inutile distrazione per l'uditorio.
Secondo, perchè il sistema di navigazione attuale è già il più semplice ed efficiente possibile, non appena uno lo abbia imparato a conoscere: una mano sul mouse per spostare l'inquadratura, orbitare gli oggetti e avvicinarsi o allontanarsi, e una mano sulla tastiera per tutte le altre operazioni. Difficilmente una toolbar potrebbe essere più efficiente, considerando che richiederebbe parecchi pulsanti tra cui scegliere...

Renditi conto che Google Earth, pur essendo un programma tridimensionale, è limitato alla superficie terrestre, e dunque agli usuali riferimenti Nord-Sud-Ovest-Est: alla fin fine tu ti muovi su una sfera, pur ad una distanza regolabile liberamente.
Al contrario in Celestia il sistema di riferimento è quello di un osservatore che si può spostare liberamente nelle tre dimensioni: Su-Giù, Destra-Sinistra, Avanti-Indietro, e in più puoi ruotare attorno a te stesso. La cosa che confonde chi non vi è abituato è che il sistema di rieferimento è legato all'osservatore. In effetti, troppa libertà confonde!

Questo spiega anche perchè difficilmente sarebbe possibile offrire un riquadro con una visione d'insieme come fa Google Earth... infatti, la visione d'insieme dovrebbe cambiare in base al contesto e a quello che stai facendo, ma come farebbe il programma a sapere cosa stai facendo, e se visualizzarti la superficie terrestre, il sistema solare, le stelle vicine, la Galassia o il Gruppo Locale?

Comunque, se ti vuoi orientare, ci sono molti "trucchi" che puoi usare...
Ad esempio, se stai visitando il sistema di satelliti di Giove e vuoi vedere in quale regione del Sistema solare ti trovi, fai cosi:
- Premi H per selezionare il Sole, C per centrarlo nella vista e poi F per dire a Celestia che il nuovo oggetto da seguire è il Sole.
- Visto che per avere una visione d'insieme ci allontaneremo da Giove, premi P per far visualizzare i nomi dei Pianeti, così lo potrai identificare facilmente. Premendo O verranno visualizzate le orbite dei pianeti, che giacciono tutte più o meno sullo stesso piano.
- A questo punto clicca e trascina con il pulsante destro per ruotare attorno al Sole, fino a quando non vedrai le orbite dall'alto (sembreranno più o meno dei cerchi). Regola la tua distanza dal Sole usando la rotella del mouse o i tasti Inizio e Fine, in modo da includere anche l'orbita di Giove nella vista.
- Se ora premi Invio e digiti Jupiter e di nuovo Invio vedrai evidenziata in rosso l'orbita di Giove (una scorciatoia è usare il tasto 5). Premendo G tornerai in prossimità del nostro pianeta gigante.

Se vuoi vedere dov'è la Polare, puoi sempre chiamarla per nome, premendo Invio e poi digitando Polaris e premendo di nuovo Invio. Così avrai selezionato la Stella Polare. Premi C per metterla al centro del campo visivo.
Puoi chiedere a Celestia di mostrarti le figure delle costellazioni premendo / e il loro nomi premendo =, mentre puoi vedere i nomi delle stelle premendo B.

Ricorda di fare attenzione a dove ti trovi: le stelle sembrano fisse e disegnare figure sempre uguali solo se ti muovi nel sistema solare, perchè la loro distanza è immensa rispetto alle distanze reciproche dei pianeti. Ma se ti sposti in prossimità di un'altra stella il cielo potrebbe essere anche molto diverso, e le costellazioni non essere più riconoscibili: è come trovarsi in due punti diversi di un bosco, gli alberi sono gli stessi ma li vediamo disposti diversamente davanti a noi.

Celestia ti può anche mostrare la griglia delle coordinate astronomiche equatoriali se premi ; (punto e virgola). Il sistema di coordinate equatoriali non è altro che la proiezione in cielo dei meridiani e dei paralleli terrestri, e se sei nel sistema solare vedrai Polaris, la Stella Polare, in prossimità del polo nord di questo sistema di riferimento. Chiaramente, se ti allontani dal sistema solare questo non sarà più vero.

Spero che le mie indicazioni ti siano state utili e che apprezzerai di più Celestia. Tieni d'occhio i prossimi sviluppi!

ritratto di Federico

domanda

ho installato celestia 1.3.2. tutto ok.... ho sostituito con la nuobìva versione 1.5.1.....,ma i questa... con varie "reinstallazioni"...le texture dei pianeti (non add ons,ma originali) mi si presentano solo colore arancio e niente piu...tutto il resto è ok....
so che probabilmente non puoi,forse,rispondermi ok,ma non mastico molto l'inglese.......
saluti Federico...

ritratto di gerlos

Re: domanda

Beh, dalle poche informazioni che fornisci non è facile aiutarti... non dici nemmeno che sistema operativo usi!
MS Windows? Mac OsX? GNU/Linux?
Pertanto il miglior consiglio che posso darti è, supponendo che tu usi MS Windows, di reinstallare Celestia. Non è necessario rimuovere la vecchia versione, se hai delle personalizzazioni che non vuoi perdere. Basta che nel fare la nuova installazione fai puntare il programma di installazione a una cartella diversa da quella predefinita (in MS Windows dovrebbe essere C:\Programmi\Celestia).

È da molto che non uso MS Windows, ma per quel che mi ricordo, Celestia sotto Windows cerca texture, add-on e tutto il necessario direttamente sotto il suo albero di directory, per cui basta che le cose siano al posto giusto, e i nomi nei file di configurazione corretti, e tutto dovrebbe funzionare. Non mi pare che ci siano cose esoteriche come chiavi di registro che possano influenzare il funzionamento del programma.

Giusto per escludere anche questo aspetto, assicurati di consultare il changelog e il file README (in Windows li trovi nella cartella del programma dopo l'installazione), per controllare che non ci siano problemi noti tra la nuova versione di Celestia e la tua scheda video. È improbabile, ma può capitare, e consultando la documentazione è facile togliersi il dubbio.

ciao e in bocca al lupo!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <del> <cite> <code> <img> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <pre>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Insert Flickr images: [flickr-photo:id=230452326,size=s] or [flickr-photoset:id=72157594262419167,size=m].
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

CAPTCHA
Per provare che sei un visitatore umano, rispondi a questa domanda. È per evitare l'inserimento di messaggi spam.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image without spaces, also respect upper and lower case.